Lo spettacolo "Ir Milione... a aveccelo!" in beneficienza per il Centro NINA

Spettacolo rimandato causa Covid-19, riprogrammazione a breve!

Il 6 e 7 marzo alle 21 e l’8 marzo alle 16, presso il Teatro Verdi di Pisa, si terrà lo spettacolo “Ir Milione… a aveccelo!” presentato dall’associazione “Il Retone”, una commedia buffa in vernacolo pisano di Michele Barbieri e Miriano Vannozzi, con regia di Giorgio Di Presa.

Siamo felicissimi di sapere che il ricavato netto della recita verrà devoluto al Centro NINA: partecipate numerosi! Oltre a passare una divertente serata nel bellissimo Verdi di Pisa, aiuterete i progetti del Centro.


Platea e Posto Palco di I e II ordine: 25€, Posto Palo III ordine 20€, Prima Galleria 15€, Seconda Galleria 10€.


Simulazione parto al centro NINA : un efficace metodo di apprendimento

L’autore declina qualsiasi responsabilità in relazione a danni di natura materiale o immateriale causati dall’utilizzo o dal mancato utilizzo delle informazioni qui fornite o dall’uso di informazioni non corrette e incomplete.

Nell’emergenza la componente emotiva e la comparsa di imprevisti possono influenzare l’operato del personale sanitario: la simulazione di possibili scenari può essere un’utile metodologia formativa che consente di eseguire scelte ragionate.

L’emorragia postpartum è la prima causa di morte diretta in ostetricia, responsabile in italia di ¼ di tutte morti materne. È dimostrato che la simulazione routinaria degli aventi avversi riduce, in ostericia e neonatologia, le complicanze e contribuisce a migliorare le performance dei sanitari appartenenti al team multidisciplinare. Nel video si osserva come la comunicazione a feedback positivo permetta la gestione dell’emergenza in modo preciso ed efficace.


Congresso — Deformità craniche: craniostenosi e plagiocefalia posizionali

ATTENZIONE! Questo video contiene immagini che potrebbero urtare la sensibilità di alcuni utenti.

Sabato 12 ottobre 2019 si è tenuto il convegno “Congresso – Deformità craniche: craniostenosi posizionale e plagiocefalia” nell’Aula Magna della Facoltà di Medicina dell’Università di Pisa.

I relatori del congresso sono stati: il prof. Lorenzo Genitori e d.o. Tommaso Ferroni del Meyer di Firenze, il dott. Stefano Fredianie Kft, e D.O. Patrizia Abeni dell’Unità di Neonatologia dell’AOU Pisa.

 

8:00 Registrazione degli ospiti

8:30 Introduzione

9:00 Il paradosso lambdoideo: le plagiocefalie posteriori (posizionali e stenoiche), prof. Lorenzo Genitori, direttore della UO Neurochirurgia, Ospedale Meyer, Firenze

10:00 Le deformità craniche. Neurochirurgia e osteopatia: esperienza decennale d’integrazione presso AOU Meyer di Firenze, d.o. Tommaso Ferroni, direttore SIOP Meyer, Firenze

11:00 Discussione e break

11:45 Plagiocefalia e Sfera orale: le possibili implicazioni cliniche, dott. Stefano Frediani, odontomastologo e m.d.o.

12:30 Plagiocefalia e deformità craniche: esperienza integrata di osteopatia in equipe neonatologica, fkt e d.o. Patrizia Abeni, UO Neonatologia, AOU Pisa

13:14 Discussioni e conclusioni

 

L’intera conferenza è disponibile online nei seguenti video.


RAI in visita da NINA

La Rai è approdata, lo scorso 17 e 18 settembre, al Centro NINA per scoprire da vicino il centro di formazione e simulazione neonatale dell’AOUP.

Una simulazione in streaming con l’ospedale dell’Iisola d’Elba, test finali del simulatore neonatale S3InNeo, dimostrazione del funzionamento del simulatore per epidurale, riprese degli ambienti e video delle simulazioni: questi gli aspetti che ha “catturato” la troupe televisiva guidata dal neonatologo Armando Cuttano, dalle ingegnere biomediche del Centro Nina, Serena Bardelli e Alice Covelli e dall’anestesista Barbara Pesetti.


NINA al Meeting per l'amicizia fra i popoli

Il 18 agosto 2019 il Centro NINA ha avuto il piacere di partecipare alla fiera “Meeting per l’amicizia fra i popoli” sotto la tematica “Innovazione Tecnologica in ambito sanitario”, che si svolgerà a Rimini fino al 24 agosto. I padiglioni di Rimini Fiera hanno ospitato il “Meeting Salute”, con lo scopo di fornire un’opportunità di incontro e dialogo su tematiche attuali in termini di salute. All’interno dello spazio espositivo della Regione Toscana era presente anche il Centro Nina. Il neonatologo e responsabile del Centro Armando Cuttano, insieme alle Ingegnere Serena Bardelli e Alice Covelli, ha presentato la simulazione in ambito medico, mostrando e coinvolgendo i visitatori sull’uso di tali tecnologie e sull’importanza della ricerca scientifica nell’individuazione di nuovi strumenti e nuovi percorsi per l’affinamento dell’istruzione in ambito medico. Durante la giornata i visitatori sono stati coinvolti nell’utilizzo dei simulatori neonatali su alcune delle principali procedure della rianimazione neonatale e hanno testato l’efficacia di due prototipi: uno per l’individuazione dello spazio epidurale e l’altro per l’insegnamento della procedura di intubazione neonatale (realizzato all’interno del bando S3InNeo finanziato dalla Regione Toscana, Bando FAS Salute 2014).

L’autore declina qualsiasi responsabilità in relazione a danni di natura materiale o immateriale causati dall’utilizzo o dal mancato utilizzo delle informazioni qui fornite o dall’uso di informazioni non corrette e incomplete.


SIIARTI Academy CREM 2019

NINA al SIAARTI Academy CREM

Torna anche quest'anno l'appuntamento con SIAARTI e l'evento più importante per la formazione di medici, infermieri ed operatori sanitari per fronteggiare la medicina d'emergenza: il SIAARTI Academy CREM (Critical Emergency Medicine) sbarca ancora una volta a Lampedusa tra il 19 e il 24 maggio, e vedrà la partecipazione di 150 medici in formazione provenienti dalle 40 scuole di specializzazione della penisola e di oltre 30 docenti e relatori. L’evento è organizzato dalla Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva (SIAARTI) con il patrocinio del Comune di Lampedusa, e come per gli anni passati, anche il Centro NINA sarà presente.

La Società ha scelto proprio l'isola perché “teatro di numerosi drammi umanitari e imponenti sfide socio-sanitarie” e per “sottolineare l’importanza dell’umanizzazione della medicina e degli aspetti etici e relazionali nella gestione delle situazioni critiche”. Si legge nel razionale: "L’approccio clinico in emergenza presenta elevate difficoltà correlate alla necessità di intervenire non solo in tempi brevi sulle alterazioni dei parametri vitali ma in situazioni logistiche non ottimali e spesso ostili. Sin dal primo contatto col paziente bisogna assicurare elevata qualità di gestione e trattamento, i primi interventi sul paziente in molteplici situazioni patologiche possono condizionare l’outcome finale. Le opportunità tecnologiche immediatamente disponibili, anche in setting logisticamente sfavorevoli, ampliano le possibilità di monitoraggio e di trattamento ma elevano la globale complessità del primo intervento e il bagaglio di conoscenze richieste. L’approccio iniziale al paziente è sempre di più multidisciplinare, partendo dalla necessità di incrementare la capacità di teamwork tra i vari specialisti coinvolti, operare in emergenza, qualsiasi sia il terreno richiede quindi non solo competenze strettamente culturali ma anche attitudinali e gestionali. L’obiettivo di alta qualità dell’approccio clinico da parte dell’operatore specialista dell’emergenza può essere raggiunto solamente attraverso un percorso formativo efficace che abbracci tutte le competenze teoriche, pratiche e non tecniche richieste."

L'importanza formativa dell'evento è indubbia, mirando a trasmettere ai partecipanti conoscenze teorico-pratiche di base per affrontare molteplici situazioni di emergenza in ambito pre-ospedaliero e intra-ospedaliero di pronto soccorso, attraverso un percorso formativo basato su stazioni addestrative a piccoli gruppi e basso rapporto allievo\docente; fondamentale sarà il focus sulle competenze non tecniche, comunicative e gestionali, per affrontare situazioni critiche complesse in team, attraverso scenari addestrativi di simulazione ad alta fedeltà; infine, si presterà attenzione all'educazione per una metodologia di approccio a un evento di maxi-emergenza, sia attraverso momenti formativi frontali di trasmissione delle conoscenze gestionali di base, sia attraverso la partecipazione diretta dei discenti come sanitari o vittime a una simulazione full scale di maxi-emergenza.

Al link http://formazione.siaarti.it/event/344/attachment?aid=342 è possibile scaricare il programma completo.


Simulazione e Realtà Aumentata per i "Bimbi dei Miracoli"

Durante “Bimbi dei Miracoli”, l’evento dedicato all’età evolutiva che si svolgerà al Palazzo dei Congressi di Pisa dal 25 al 27 gennaio 2019, anche il Centro NINA sarà presente con ricercatori, medici, infermieri e operatori sanitari pronti a rispondere ad ogni curiosità.

Nel video che segue il dott. Armando Cuttano, responsabile del Centro, e l’ing. Serena Bardelli, coordinatrice tecnica del Centro, illustrano i metodi e le tecnologie di simulazione e di realtà aumentata dei quali si avvale il Centro.

25–27 Gennaio 2019
Pisa, Palazzo dei Congressi

Sito web dell’evento:
bimbideimiracoli.it


Corso BASIC: la Rianimazione Neonatale

Destinatari

Medici, Infermieri, Ostetriche, Fisioterapisti e OSS del Sistema Sanitario Nazionale


Il corso BASIC è dedicato soprattutto agli operatori con minore esperienza in ambito neonatologico. Il fine ultimo è l’acquisizione di competenze teoriche e pratiche su una delle principali emergenze neonatali: la rianimazione in sala parto.

Gli argomenti trattati nel corso riguarderanno principalmente:

  • La fisiopatologia della transizione tra vita intrauterina ed extrauterina con particolare attenzione all’asfissia perinatale.
  • L’algoritmo della rianimazione secondo le ultime linee guida dell’American Accademy of Pediatrics.
  • Il corretto utilizzo dei presidi della rianimazione (laringoscopi, tubi tracheali, pallone auto insufflante, rianimatore a “t”…)
  • Alcune emergenze neonatali: l’intubazione, la gestione dell’accesso vascolare, lo pneumotorace…

Il corso sarà articolato tra lezioni teoriche di breve durata e parti pratiche. In particolare queste ultime saranno suddivise in due:

  • Sessioni di simulazione “statica” volte a migliorare le “technical skill”
  • Sessioni di simulazione ad altra fedeltà volte a mettere in pratica le nozioni acquisite con le lezioni teoriche e a migliorare la capacità di lavoro in team.

Il corso sarà quindi una “full immersion” neonatologica dove docenti e discenti si confronteranno alla pari per intraprendere un percorso formativo accogliente e privo di giudizi.

Durata

8 ore

Crediti

8-11 ECM

Docenti

dott. Massimiliano Ciantelli

dott.ssa Rosa Teresa Scaramuzzo

dott. Emilio Sigali

dott. Armando Cuttano

Date

  • 28 febbraio 2019: corso per Pediatri [FULL]
  • Date da programmare

Ricevi una notifica quando si aprono nuove iscrizioni

Il Centro NINA all'avanguardia nella formazione

Come ogni anno la Conferenza ECM costituisce luogo e momento privilegiato per presentare agli attori del settore (Provider, Società scientifiche, Ordini, Collegi ed Associazioni professionali, Aziende sanitarie, PCO ed Imprese) le più importanti novità del Programma nazionale ECM, approfondire le tematiche di maggior interesse ed attualità, promuovere esperienze di eccellenza ed innovazioni nella formazione e dibattere le criticità emerse nell’implementazione degli strumenti e delle procedure introdotte.

La quinta Conferenza Nazionale sulla Formazione Continua in Medicina, in programma il 4 e 5 novembre 2013 presso il Palazzo dei Congressi di Roma, sotto la direzione scientifica della Commissione Nazionale per la Formazione Continua e del Ministero della Salute ed in collaborazione con l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), si tiene a chiusura del primo triennio a regime del Programma nazionale ECM e poche settimane dall’inizio del triennio 2014/2016.

È questo un momento di importante consolidamento per un Sistema ECM che vede già operare oltre mille e duecento Provider a livello nazionale, tra i quali un centinaio passati all’accreditamento Standard, ed altre centinaia nei sistemi regionali. La Conferenza sarà dunque l’occasione per fare un bilancio del primo triennio del nuovo Programma nazionale ECM e, soprattutto, presentare agli operatori indirizzi, obiettivi e strumenti del nuovo triennio. Triennio che vedrà il definitivo passaggio alla certificazione dell’aggiornamento del professionista e all’implementazione di quegli strumenti, come il Dossier formativo, che consentiranno di orientare la formazione sulle reali esigenze del professionista sanitario.

Tra le tematiche di quest’anno la Certificazione dei crediti, punto cruciale del Sistema ECM, il Dossier formativo, che vede, dopo anni di sperimentazione, i primi risultati e le nuove regole per gli esoneri e le esenzioni dei professionisti. Non mancherà l’annuale incontro tra la Commissione e gli Stakeholders, per acquisire e formulare opinioni, quesiti e suggerimenti nell’obiettivo comune di un miglioramento del Sistema ECM ed una sessione dedicata alla formazione continua nelle aziende sanitarie.

Anticipando i contenuti della prima Conferenza Nazionale sulla Medical Simulation, in programma nell’autunno del prossimo anno, una sessione farà il punto sullo Stato dell’Arte nell’aggiornamento e nella formazione attraverso Simulatori ai diversi livelli (post universitario e universitario), con la presentazione delle più importanti esperienze italiane e straniere.

In questo senso, il lungo e approfondito intervento del dott. Armando Cuttano ha dimostrato quanto il Centro NINA sia già all’avanguardia nel panorama nazionale sulle tecniche di formazione in simulazione. A seguire, l’intervista che il dott. Cuttano ha rilasciato a fine Conferenza dove, sinteticamente, ci dà uno sguardo su cosa significa fare simulazione e perché è un metodo didattico così importante.


Fonte: ASL Napoli 2 Nord


Corso ADE: Assistenza primaria al neonato in sala parto

Destinatari

Studenti del Corso di Studi in “Medicina e Chirurgia”


L’ADE è destinata agli studenti del Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia. Lo scopo del corso è quello di avvicinare gli studenti di Medicina alle problematiche della gestione del neonato, dalla rianimazione in sala parto alle principali patologie delle prime fasi della vita. Il corso è articolato tra lezioni teoriche e simulazioni pratiche, con elevata interattività tra studenti e docenti. Per raggiungere gli obiettivi formativi verranno utilizzati scenari di simulazione pratica, metodologia sempre più in uso in ambito della medicina, e dispositivi all’avanguardia in ambito formativo (google glass, hololens, manichini ad alta fedeltà).

Il corso rappresenterà un’esperienza unica nel percorso formativo di futuri medici e consentirà di acquisire competenze in ambito neonatologico in maniera innovativa e “divertente”.


Durata

25 ore

Crediti

1 CFU

Docenti

dott. Paolo Ghirri

dott. Massimiliano Ciantelli

dott.ssa Rosa Teresa Scaramuzzo

dott. Emilio Sigali

dott. Armando Cuttano

Date

In programmazione per il 2019

Ricevi una notifica quando si aprono le iscrizioni