Il Festival della Robotica per la sua seconda edizione si terrà a Pisa dal 27 settembre al 3 ottobre 2018. Molti sono gli argomenti che saranno trattati durante la manifestazione e numerose le sedi coinvolte, e anche il Centro NINA parteciperà con più eventi, talk, simulazioni ed esposizioni.


Tutti gli eventi si terranno agli Arsenali Repubblicani, in via Bonanno Pisano, proprio vicino la Cittadella Galileiana.


Simulatori esposti dal 27 settembre al 3 ottobre 2018

  • Il SimMom è un simulatore interattivo di parto utile per l’apprendimento pratico di specifiche abilità tecniche e a  sviluppare capacità decisionali incrementando la capacità di lavorare in un team.
  • Il SimNewB è un simulatore interattivo neonatale  che riproduce un
  • neonato a termine di 3Kg. Il SimNewB è dotato di un software che permette di simulare specifiche complicazioni cliniche.
  • Premature Anne è un simulatore interattivo che riproduce un realistico pretermine di 25 settimane.
  • Il Resusci Junior Basic è un simulatore interattivo che riproduce realisticamente un bambino di 15 Kg.
  • Meressina è un simulatore polmonare interattivo. Il principale obiettivo di MERESSINA è stato progettare e realizzare un sistema meccatronico capace di replicare la fisiologia respiratoria nei neonati.
  • Il simulatore dell’epidurale è un nuovo dispositivo che fornisce la possibilità di imparare la corretta procedura della puntura epidurale.
  • S3InNeo Il principale obbiettivo di questo simulatore è quello di fornire uno strumento interattivo per apprendere correttamente la procedura dell’intubazione neonatale.

Eventi Simulati:

  • Domenica 30 settembre 2018, 12:30-13:30
    Simulazione di Parto a Termine con Assistenza al Neonato
  • Martedi 2 ottobre 2018, 12:30-13:30
    Simulazione di Parto a Termine con Assistenza al Neonato

Domenica 30 settembre, h 10-12

Il Centro Nina, un laboratorio di idee dal bullone al Counseling

Immersi in un mondo ormai pervaso di “digital born” anche l’approccio formativo deve affrontare un cambiamento. La classe docente è in gran parte formata da “emigranti digitali” con più o meno percezione della necessità di questo progresso. Al semplice sapere e saper fare è diventato sempre più impellente (in un mondo tecnologico, a volte distante e virtuale) il saper essere.

Il Centro Nina si propone come ponte immaginario, dove vecchi e nuovi contenuti, possano trovare un punto d’incontro in un laboratorio fatto di ricerca scientifica, innovazione dell’hardware e attenzioni alle relazioni interpersonali.


Dott. Ciantelli Massimiliano Neonatologo AOUP, Istruttore Centro NINA
Dott.ssa Scaramuzzo Rosa, Neonatologa AOUP, Istruttore Centro NINA
Dott. Emilio Sigali, Neonatologo AOUP, Istruttore Centro NINA
Ing. Selene Tognarelli Biorobotica Sant’Anna, Centro NINA
Dott. Alessandra Mattiola Counsellor CentroNINA
Dott. Armando Cuttano Responsabile Unità Professionale Centro NINA AOUP

Domenica 30 settembre, h 16-18

La medicina complementare come medicina integrata nel mondo e nella nostra realtà

In questi ultimi anni la medicina complementare è in rapida evoluzione. La medicina complementare non è da intendersi come “alternativa” alla medicina occidentale classica. Suo aspetto fondante è il rapporto “umano” tra operatore e paziente. Agopuntura, Fitoterapia e Omeopatia svolgono un ruolo sempre più crescente in Ostetricia e Ginecologia. Gravidanza, puerperio, allattamento e… anestesia pongono domande che possono avere risposte utili.


Dott. Luigi De Simone Direttore SOD Anestesia e Rianimazione (Materno-Infantile S.Chiara)
Dott.ssa Monica Masoni Ostetrica, Operatrice Shatzu, Insegnante yoga e meditazione
Dott.ssa Nadia Baccellini Anestesista, Responsabile Medicina Complementare per Ostetricia e Ginecologia

Lunedì 1 ottobre, h 10-12

La Neonatologia del terzo millennio e il personale infermieristico, tra humanitas, care e… tecnologia

Nell’ultimo decennio la Neonatologia ha cambiato pelle, l’immagine dell’infermiera che “accudiva” per lo più allattando e attendendo alle cure primarie del neonato, è stata sostituita per lo più da personale laureato e specializzato in cure intensive. La complessità delle cure e delle strumentazioni, che ormai attrezzano una terapia intensiva neonatale, hanno reso necessario questo passaggio. Questi ultimi anni hanno visto venire alla luce neonati vivi e vitali ad età gestazionali sempre più ridotte per i progressi assistenziali e tecnologici. Degenze più lunghe e neonati più fragili hanno richiesto una maggiore attenzione allo sviluppo neuro-comportamentale con cure estese anche alla famiglia. Alla Development Care, è stata associata la Family Care.


Prof Paolo Ghirri Direttore ff U.O. Neonatologia AOUP
Dott.ssa Barbara Barni Caposala U.O. Neonatologia AOUP
Personale infermieristico U.O. Neonatologia AOUP e Istruttori Centro NINA

Lunedì 1 ottobre, h 16-18

Anestesia e parto, tra miti e realtà.

Miti e leggende sul parto indolore
• Rimarrò paralizzata?
• Non avrò un parto normale?
• Non potrò allattare il mio bambino?

Farmaci durante il travaglio e nel post-partum
• Fanno male al mio bambino?
• Potrò allattare da subito?
• Il mio bambino nascerà “drogato”

Aiuto dottore hanno detto che devo fare il taglio cesareo in Anestesia Generale
• Perché devo fare l’Anestesia Generale?
• Il mio bambino nascerà addormentato?
• Ma l’ anestesia generale è più pericolosa?

Lo scopo di questo incontro aperto con gli anestesisti della sala parto nasce proprio per sfatare questi miti, dare risposte a tutte le curiosità di chi vuol sapere. Informare il mondo delle partorienti, dando chiarezza sulla sicurezza delle tecniche e sulle reali possibili complicanze delle stesse.


Dott. Anio Paperini, Anestesista AOUP, Istruttore Centro NINA
Dott.ssa Barbara Pesetti, Anestesista AOUP, Istruttore Centro NINA
Dott.ssa Paola Del Chiaro, Anestesista AOUP, Istruttore Centro NINA

Martedì 2 ottobre, h 10-12

Partorire a Pisa

Seguendo le indicazioni dell’OMS, anche nella Clinica Ostetrica Pisana da alcuni anni, è in corso un profondo processo di cambiamento che non si limita solo alle cure, ma soprattutto alla prospettiva “dell’aver cura”, in senso globale, dello stato fisico, psicologico e sociale in cui la donna e la coppia sono gli attori protagonisti della creazione di una nuova famiglia.
Nascere oggi a Pisa significa quindi partorire nel rispetto dei più alti standard di sicurezza con percorsi personalizzati per la donna in un processo più ampio di umanizzazione dell’evento parto.


Dott.ssa Federica Pancetti Ostetrica, Responsabile P.O Ostetricia e Attività Correlate AOUP
Dott.ssa Federica Lunardi Ostetrica, RID Coordinatore Ostetrico Sala Parto Universitario e Ospedaliero AOUP
Dott.ssa Monica Masoni Ostetrica, Operatrice Shatzu, Insegnante yoga e meditazione AOUP
Dott.ssa Tiziana Centonze Ostetrica AOUP

Martedì 2 ottobre, h 16-18

Emergenza in Sala Parto, le frontiere dell’assistenza.

Anche se il parto è l’evento più antico del mondo, l’elevata morbilità da sempre ha mosso la comunità scientifica a concentrare i propri sforzi nel ridurre gli eventi avversi, lavorando sulla prevenzione e sul trattamento tempestivo di quelle situazioni di rischio per la neomamma e per il nascituro.
Grazie all’applicazione della robotica e delle biotecnologie in ambito sanitario sono a disposizione simulatori ad alta fedeltà che permettono la formazione e l’addestramento del personale anche per eventi rari e potenzialmente mortali.
Ma innovazione vuol dire anche creare standard assistenziali in supporto degli operatori: con l’introduzione della realtà aumentata e di sistemi integrati interattivi, è possibile migliorare la diagnosi delle distocie in tempi precoci, collegarsi on the job con altri colleghi, accedere a servizi in remoto senza l’utilizzo delle mani. Insomma, il futuro è già qui.


Prof Paolo Mannella, Prof. Associato di Ginecologia e Ostetricia AOUP, Istruttore Centro NINA
Dott.ssa Sara Zullino, Dirigente Medico AOUP
Ing. Serena Bardelli Coordinatore Tecnico Centro NINA